Comitato Locale

lavori_in_corso

Il Comitato Locale

 Secondo quanto previsto dall’art. 17 del “Regolamento elettorale interno per le elezioni nei comitati dell’Associazione Italiana della Croce Rossa” è stato proclamato eletto alla carica di Presidente del Comitato Locale di Senigallia il socio Cri Marco Mazzanti

20 dicembre 2012

 

A seguito dell’Ordinanza Commissariale n°1 del 14 novembre 2008, a firma del Commissario Avv. Francesco Rocca, “gli organi Statutari dei Comitati Regionali, Provinciali e Locali della Croce Rossa Italiana sono sciolti. I rispettivi Presidenti, salvo diversa successiva disposizione, assumono l’incarico di Commissario…” [omissis]

 

Con o.c. n° 0121-10 del 24 marzo 2010 a firma del Commissario Straordinario Avv. Francesco Rocca si determina che il vds Mauro Petrucci è nominato Commissario del Comitato Locale Cri di Senigallia

 

Vista la nota prot. n. 1351 del 21/06/2010, con cui il Commissario del Comitato Locale CRI di Senigallia Prof. Mauro Petrucci ha comunicato le proprie dimissioni il Commissario Straordinario Avv. Francesco Rocca determina di nominare Commissario del Comitato Locale CRI di Senigallia il dr. Gianrico Maria Giacchetta in sostituzione del prof. Mauro Petrucci, dimissionario. L’incarico ha la durata di 90 gg. a far data dalla presente Ordinanza Commissariale.

30 luglio 2010

 

Il Consiglio Direttivo del Comitato Locale C.R.I di Senigallia, eletto nel settembre del 2005, ha come Presidente l’avv. Simeone Sardella.

Consiglieri del Comitato Locale sono:

  • i Volontari del Soccorso Franco Allegrezza, Pierluigi Brunetti, Luciano Di Marcelli, Mauro Petrucci e Orietta Zingaretti; completano l’organico del Direttivo gli Ispettori di componente V.d.S Marco Mazzanti, S.lla Carmen Gregoretti e Pioniere Simone Paradisi; il Consiglio Locale ha nominato come Vice Presidente il V.d.S Claudio Cerusici. I compiti statutari del Presidente consistono nel convocare e nel presiedere le adunanze del Consiglio e nel curare i rapporti con le autorità locali.
  • Al Consiglio, che dura in carica quattro anni, spetta deliberare in merito ai programmi ed ai piani di attività e indicare le priorità e gli obiettivi strategici del Comitato Locale, in coerenza con quanto disposto dall’assemblea dei soci; deve inoltre predisporre un proprio bilancio di previsione, le relative variazioni, il conto consuntivo e la relazione annuale sull’attività svolta da sottoporre all’approvazione dell’assemblea locale e vigilare sull’andamento dell’attività dell’Associazione in ambito locale, verificandone la rispondenza alle esigenze locali ed alla programmazione nazionale, regionale e provinciale, riferendone al Comitato Provinciale.

L’operatività del Consiglio si esplica anche attraverso Delegati nominati tra i volontari che abbiano particolare esperienza o capacità in campi specifici.

Presso il Comitato Locale di Senigallia operano quattro componenti:

  1. i Volontari del Soccorso (con un Gruppo anche a Castelleone di Suasa)
  2. le Infermiere Volontarie
  3. i Pionieri
  4. il Comitato Femminile

per un totale di oltre 300 volontari che, pur in campi diversi, agiscono congiuntamente per rispondere alle aspettative che i cittadini hanno nei confronti della Croce Rossa; concorre alle attività del Comitato anche personale dipendente.

Una articolazione tanto complessa fa sì che ognuno, con le proprie specificità, sappia agire al meglio nei campi nei quali è impegnato. È un impegno davvero a 360 gradi. Il compito del trasporto infermi è forse l’attività più conosciuta dai cittadini, anche perchè a tutte le famiglie è capitato di dovere ricorrere, nei momenti più tristi, all’impiego delle nostre ambulanze. Ambulanze che svolgono altri servizi importantissimi che vanno dall’emergenza 118 nelle ore notturne (e in estate anche nelle ore diurne) al trasporto di malati, infermi e trapiantati negli ospedali di tutte le regioni d’Italia e all’estero. La Croce Rossa, che da un paio di anni fa parte integrante del dispositivo nazionale di Protezione Civile, è intervenuta con uomini e mezzi in tutte le calamità che hanno colpito il territorio nazionale negli ultimi decenni, riscuotendo ovunque plauso e ammirazione per la professionalità e la generosità dimostrate dagli operatori che si sono succeduti nelle diverse situazioni. È da pochi anni sorto un gruppo cinofilo che, in collaborazione con volontari di altri Comitati Locali, partecipa alla ricerca di persone che si sono perdute. Un nucleo OPSA interviene nell’assistenza a gare e manifestazioni di nuoto in piscina e in mare aperto, mentre un altro nucleo presta attività di soccorso sulle piste da sci. Alcune Infermiere Volontarie collaborano con l’ANDOS, per dare aiuto alle donne mastectomizzate. Altri volontari operano nel campo socio-assistenziale prendendosi cura degli anziani della Casa Protetta ex IRAB e dei diversamente abili che praticano ippoterapia presso il centro ippico Valcesano, in collaborazione con l’Associazione C.R.E.A.N.I.R.E. Inoltre, da qualche anno, in collaborazione con il Comune di Senigallia, è attivo il servizio Pronto Farmaco, a supporto di quanti sono privi di una rete parentale che possa provvedere alle esigenze, soprattutto degli anziani, nell’acquisizione dei medicinali prescritti.

Anche presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Senigallia ci sono volontari che collaborano con medici e infermieri acquisendo in tale modo conoscenze utilissime nello svolgimento dei servizi. Né si deve dimenticare l’opera del personale delle diverse segreterie, vero motore di tutta l’attività del Comitato Locale. Due appuntamenti fissi, a scadenza annuale, sono quelli con il Corso di Primo Soccorso (che ha il duplice scopo di fornire corrette informazioni sanitarie ai cittadini partecipanti e di permettere il reclutamento dei nuovi volontari) e l’ormai tradizionale Carnevale dei Bambini, il più vecchio dei Carnevali della zona, che nei suoi cinque lustri di vita ha avuto un successo sempre crescente di pubblico e di gradimento. Da alcuni anni i Volontari del Soccorso e i Pionieri si sono inventati un nuovo servizio: in occasione delle festività di fine anno, in un centro commerciale della città, confezionano pacchi regalo e, con le offerte, è stato possibile acquistare materiale importante per migliorare la dotazione dei mezzi. A proposito dei mezzi, non si può non citare il continuo aggiornamento degli stessi; negli ultimi anni sono stati acquistate un’ambulanza completamente predisposta per le emergenze 118, una vettura Fiat Ulysse immatricolata come automedica e per l’eventuale trasporto di organi e un furgone Fiat Ducato per il trasporto anche dei disabili. È presente nel gruppo un discreto numero di Monitori, volontari appositamente addestrati per svolgere attività di informazione sanitaria; i Monitori hanno organizzato corsi nelle scuole, hanno partecipato in qualità di docenti al corso di primo soccorso, hanno curato la formazione di tre gruppi di protezione civile esterni alla Croce Rossa ed hanno svolto corsi per la 626 a favore di enti locali. A partire dall’anno scolastico 2006/2007 tre Volontari del Soccorso tengono brevi corsi di educazione stradale ai bambini delle scuole dell’infanzia della zona. Va anche ricordato che, in occasione della giornata mondiale delle Croce Rossa che si celebra l’8 maggio, il Comitato di Senigallia ha organizzata nella sede del Palazzo Ducale una mostra dal titolo “La Croce Rossa e la guerra nell’opera fotografica di Giorgio Pegoli” che ha avuto notevole successo di pubblico e di critica e che, a tutt’oggi, continua ad essere riproposta in varie regioni d’Italia, suscitando unanimi consensi. E non si può certo dimenticare che un po’ tutte le gare e le manifestazioni che si svolgono sul territorio sono assistite da personale della Croce Rossa che, con la sua presenza capillare, è in grado di offrire un primo soccorso di buon livello. E questo è possibile solo grazie al costante addestramento al quale sono sottoposti volontari e dipendenti, per massimizzare l’efficienza dei loro interventi. Certo, l’addestramento costa, ma il Consiglio Direttivo non ha lesinato su tale aspetto dell’attività che risulta fondamentale per offrire un servizio sempre puntuale e professionale in un campo delicatissimo, per cui sono stati organizzati corsi di BLSD, di PBLS e di PTC. E i contributi che ci pervengono dalla generosità dei cittadini vengono molto spesso utilizzati proprio per migliorare l’addestramento del personale e per l’acquisto di materiali.